"La musica racconta l'immagine"

Federico Fellini 1920-2020

Mercoledì 26 Agosto 2020 ore 20:30

Parco Archeologico di Selinunte

OMAGGIO A FELLINI

Nel centenario della nascita di Federico Fellini Roma Sinfonietta vuole rendere omaggio al grande regista attraverso la musica di Nino Rota, l’artista che ha fortemente contribuito a creare l’atmosfera poetica del mondo felliniano, donando temi  capaci di esprimere la miriade di emozioni che l’immagine filmica rappresenta: dalla leggera ed effimera allegria dei clowns alla graffiante ironia deii ballabili d’epoca, fino ai temi struggenti della passione e del dolore. L’elaborazione dei temi di Nino Rota tende a valorizzarne la grande fantasia compositiva che in un linguaggio semplice ed immediato sa comunicare l’emozione con splendida efficacia.

PER  ROTA, LA “COLONNA” DI FELLINI

 

Un’alchimia miracolosa tra caratteri opposti. Una profonda affinità creativa motivata da ragioni estetiche come da suggestioni medianiche. Sono questi elementi che, tra gli altri, hanno innescato e poi fatto lievitare la collaborazione tra due straordinari maestri di stile la cui opera, una volta consegnatasi alla storia del cinema, si è trasformata in uno dei modelli più celebrati di una stagione felicissima del made in Italy novecentesco. Il lavoro della magnifica ditta Federico Fellini e Nino Rota, a cui questa nostra iniziativa vuole rendere omaggio facendone brillare le indimenticabili partiture, ha tra i tanti meriti quello di averci svelato la qualità poetica che lega un film alla sua colonna sonora. E così, ogni volta che c’imbattiamo in una delle singolari architetture visionarie di Fellini fondate sull’impianto delle composizioni di Rota, smettiamo di domandarci se siano quelle immagini a germinare quella musica o se accada il contrario. Ogni volta, inevitabilmente, immagini e musica si fanno corpo unico nella traiettoria artistica di questo miracolo di collaborazione durato 27 anni. Dal 1952 di Lo sceicco bianco al 1979 di Prova d’orchestra il sodalizio tra il regista di Rimini e il compositore milanese generò l’incanto di questo “ascolto visuale” in 17 film (15 lungometraggi e 2 episodi). L’intesa era tale che Rota non aveva bisogno di vedere il “girato” di Fellini. La sua  colta, geometrica immaginazione musicale creava l’accordo con la cifra originalissima di un cineasta trasformatosi in aggettivo (felliniano) anche perché ha saputo trasfigurare il proprio microcosmo privato fino a farcelo riconoscere come “nostro contemporaneo” e universale.

A tale prodigioso scambio di sensibilità e d’inventiva è dedicata questa manifestazione, in occasione del centenario di Fellini.  Spettacolo di una metamorfosi è LA MUSICA RACCONTA L’IMMAGINE – FEDERICO FELLINI 1920 – 2020. Non la proiezione d’immagini a commento delle splendide composizioni di Rota per Fellini, non un trailer illustrativo, ma un montaggio spiazzante di sequenze che, di ogni film, intende restituire assonanze figurative o costanti tematiche. Sono incroci visuali, frammenti evocativi che si dispongono per un gioco dialettico con i brani delle corrispettive colonne sonore. Un percorso che inizia con Lo sceicco bianco (1952) e prosegue con I vitelloni (1953), Le notti di Cabiria (1957), La dolce vita (1960), Fellini Satyricon (1969), I clowns (1970), Amarcord (1973); per poi riprendere con La strada (1954), Il Casanova di Federico Fellini (1976), Otto e mezzo (1963). E con un sintetico omaggio iconografico a Rota che è stata la “colonna” di Fellini.

 

Umberto Cantone

Ensemble Roma Sinfonietta

L’Ensemble Roma Sinfonietta è costituito da solisti dell’Orchestra Roma Sinfonietta,  un organismo duttile e dinamico, in grado di affrontare composizioni di periodi storici e stili diversi.

Dal 1994 , anno  della sua costituzione , ha iniziato una collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata” dove svolge attualmente  la propria attività concertistica.

Ha collaborato con artisti quali Nicola Piovani, Luis Bacalov, Ennio Morricone,  Quincey Jones, Roger Waters, Dulce Pontes, Mariella Devia, Claudio Baglioni, Bruce Springsteen,  Javier Girotto, Peppe Servillo, Michael Bolton, Michael Nyman, Gianni Ferrio, Jeff Mills, Pino Daniele, Mariella Devia, Elizabeth Norberg-Schulz, Susanna Rigacci, Sara Mingardo, Salvatore Accardo, Mariano Rigillo, Franco Maggio Ormezowsky, Luigi Piovano e con direttori quali Karl Martin, Marcello Rota, Marcello Panni, e molti altri.  Con Ennio Morricone ha collaborato fin dalla sua costituzione ed oltre ad eseguire la sua musica assoluta,   ha tenuto concerti nei più grandi e prestigiosi teatri del mondo.

 

ANTONIO  DI POFI

Nato a Roma, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio S. Cecilia, conseguendo il diploma di Pianoforte e il diploma di  Composizione.

 Attivo dal 1980 nel teatro di prosa, ha composto le musiche di scena per più di trecento allestimenti. Vincitore del  Premio ETI-Olimpici del Teatro 2008 e del premio Maschere del Teatro 2011 per la musica di scena.

Nel 1989 Antonio Di Pofi ha esordito nel cinema , componendo le musiche per il film “La stazione” di Sergio Rubini, firmando poi le colonne sonore di numerosi film per la regia di Claudio Bigagli, Duccio Camerini, Giacomo Faenza, Lucio Gaudino, Manuel Giliberti, Ugo Fabrizio Giordani, Simona Izzo, Umberto Marino, Francesco Laudadio, Enrico Oldoini, Giuseppe Piccioni, G. Tescari, Maurizio Ponzi. Nel 2008 Antonio Di Pofi ha vinto il premio per la migliore colonna sonora al “Miami film festival” per il film Lettere dalla Sicilia di M.Giliberti.

Per la televisione ha composto le musiche per numerosi tv-movie e per alcune serie televisive, fra cui  “Caro maestro” regia di Rossella Izzo,  “Una donna per amico” regia di R.Izzo,  “Vento di ponente” regia di Alberto Manni, “A casa di Anna” regia di Enrico Oldoini, “La Ladra” regia di Francesco Vicario.

Autore di musica sinfonica e da camera, Di Pofi ha al suo attivo anche le opere liriche ”Le nozze di Leonardo” e  “Ramayana” e alcuni balletti, fra cui “I due gentiluomini di Verona”, commissionato ed eseguito dall’Arena di Verona nel 2001.

Titolare della cattedra  di Composizione presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, Istituto presso cui è stato docente del corso di Laurea specialistica in Composizione per Musica applicata.

Terzo Millennio srl - Progetti Artistici - P. IVA 05533940820

E

Telefono: +39 091 7308489 - Fax: +39 091 7308493

 

F

Via Nicolò Gallo, 2/e - 90139 Palermo - Sicilia - ITALIA

 

D

mail: info@terzomillennio.info